Network Bar

lunedì 3 luglio 2017

Progetta il tuo alieno

Iniziano i lavori sulla versione in italiano di astroEDU. Questo è uno dei miei primi contributi: la traduzione dell'attività sulla progettazione di una vita aliena in grado di sopravvivere su un mondo extra-terrestre. Le indicazioni per recuperare l'attività completa, sia in inglese sia in italiano, sono in fondo al post. Qui le informazioni fondamentali. Buona lettura!
La vita può essere trovata quasi ovunque sulla Terra, dai poli all’equatore, dal fondo del mare a chilometri sotto la superficie, dalle valli asciutte alle acque sotterranee. Nel corso degli ultimi 3,7 miliardi di anni, la vita sulla Terra si è adattata a quasi ogni ambiente immaginabile. Ma cosa rende la Terra così perfettamente adatta a sostenere la vita?
Distanza dal Sole
La Terra si trova nella “zona abitabile” del nostro Sistema Solare, che è la stretta banda all’interno della quale può esistere l’acqua liquida. Se la Terra fosse più vicina al Sole, i suoi oceani evaporerebbero, impedendo l’esistenza della vita così come la conosciamo. Se il nostro pianeta orbitasse più lontano dal Sole, gli oceani congelerebbero e il ciclo dell’acqua che permette la vita sarebbe inesistente.
La “zona abitabile” non è limitata al nostro Sistema Solare: è l’area intorno a ogni stella dove la temperatura è “quella giusta” per l’esistenza di acqua allo stato liquido. Queste zone non sono così fredde da farla ghiacciare o così calde da farla bollire. Per le stelle più calde, la zona abitabile è più lontana dalla stella, mentre per quelle più fredde è più vicina.
Acqua
L’acqua è essenziale per la vita? Sulla Terra dobbiamo ancora scoprire un organismo che non necessita dell’acqua per sopravvivere. L'acqua agisce sia come solvente sia come meccanismo di distribuzione, sciogliendo le vitamine essenziali e i nutrimenti dal cibo e consegnandoli alle cellule. I nostri corpi utilizzano l’acqua anche per espellere le tossine, regolare la temperatura corporea e aiutare il nostro metabolismo. Nessuna meraviglia, quindi, che l’acqua costituisca circa il 60% dei nostri corpi e che non possiamo farne a meno per più di pochi giorni.
L’acqua sostiene la vita anche in altri modi: la utilizziamo per le coltivazioni, mantenere il bestiame, lavare il nostro cibo (o i nostri corpi). Anche gli oceani della Terra aiutano a regolare il clima del pianeta, assorbendo il calore in estate e rilasciandolo durante l’inverno. Inoltre quegli stessi oceani servono da casa per innumerevoli piante e animali.
Comunque non abbiamo sufficienti informazioni per dire se la vita potrebbe esistere senza l’acqua. Sappiamo per certo che la vita sulla Terra non potrebbe.
Gravità
La gravità tiene legate alla superficie della Terra sia le cose viventi sia quelle non viventi e impedisce loro di volare via nello spazio. Trattiene anche la nostra atmosfera, impedendole di disperdersi nello spazio.
Molti mondi nel Sistema Solare sono più piccoli della Terra (in raggio e massa) e hanno una gravità inferiore. Quindi, gli oggetti sono “più leggeri” in questi mondi. Altri pianeti sono più grandi della Terra (in raggio e massa) e hanno una gravità maggiore, che può avere un grande effetto sull’ambiente di questi mondi: per esempio, la pressione sulla superficie di un gigante gassoso è così intensa che qualunque forma di vita sarebbe schiacciata in pochi secondi.
Atmosfera
L’atmosfera terrestre ha il giusto spessore per sostenere la vita. Senza atmosfera non saremmo in grado di respirare. Lo spazio è un vuoto senza aria in cui ogni forma di vita verrebbe soffocata velocemente. La coperta della nostra atmosfera regola, poi, la temperatura della superficie mantenendo lontano il freddo congelante dello spazio durante la notte e il caldo furioso del Sole durante il giorno. L’atmosfera agisce anche come barriera protettiva che assorbe la radiazione solare più nociva, i raggi cosmici e altri corpi, prima che raggiungano la superficie.
La composizione dell’atmosfera terrestre è anche molto importante per la vita. Alcuni dei gas agiscono come una serra, mantenendo il calore in superficie. D’altra parte se questi cosiddetti “gas serra” diventano troppo abbondanti, per cause naturali o artificiali, il pianeta potrebbe riscaldarsi troppo e diventare inabitabile per molte forme di vita.
Non abbiamo evidenze che la vita extraterrestre sarebbe limitata dalle stesse condizioni ambientali presenti sulla Terra. Altre forme di vita, infatti, possono non necessitare dell’acqua, dell’ossigeno o anche di una superficie solida per prosperare; comunque, come la vita sulla Terra, anch'essi dovrebbero adattarsi al loro ambiente per sopravvivere.
Roberts, S., 2013, Progetta il tuo alieno, astroEDU, 1303, doi:10.14586/astroedu.1303, versione italiana

Nessun commento:

Posta un commento